LIBRI

Torna mister D, insegnante di Latino emigrato negli States dall’Italia, che ci racconta il suo punto di vista sull’America, attraverso le vicissitudini di una classe della Silvana High School, ai tempi del Corona Virus. Traendo ispirazione dai classici latini e dallo slang “hip-hop” dei suoi alunni, Mr. D analizza spaccati di vita americana: dall’abbandono delle periferie alla mancanza di politiche sociali, dalle storie di adolescenti che in tempo di pandemia si vedono annullare borse di studio, alle storie di discriminazione per un’identità sessuale “sbagliata” o per il colore “non-bianco” della pelle, fino alle ansie degli adulti (corpo docente e genitori) che non sembrano uscire illesi da una deriva storica inaspettata. Mr. D ha il merito di raccontare tutto questo con uno stile frizzante e discorsivo che apre a continue digressioni sfumate di umorismo autentico e umorismo amaro.

Sono contento che “Hey, sembra l’America!” diventi un libro.  Il titolo è importante, ma conta di più quello che scrivi! La stoffa c’era, e così la capacità di lettura della società americana (non era così difficile vederle entrambe). Contano i dettagli, quando si raccontano popoli e luoghi. Lì sta la rivelazione, quasi sempre.

Beppe Severgnini su Italians del 19/11/20

%d bloggers like this: