Cautionary tale

Un tale vide un serpente intirizzito dal gelo.
Si impietosì e lo raccolse nel suo grembo,
per riscaldarlo.
Il serpente, appena si riprese,
con uno scatto fulmineo lo morse, e quello morì.
Quando un altro serpente chiese
perché aveva commesso quel delitto, rispose:
<< Perché nessuno impari
     a far del bene ai perfidi >>

Fedro.

Il corpicino imbrattato di sangue giace simile a un pupazzo abbandonato al centro del controviale stipato di bidoni della spazzatura e cartacce sull’asfalto crepato. Un sole smorto filtrato da nuvole fosche sembra voglia consolarlo. Gli occhietti rosso rubino appena socchiusi, un ghigno rassegnato a piegargli le labbra: è un ratto nero, con una coda incredibilmente lunga.

Vuoi continuare a leggere? Questa storia Farà parte del mio nuovo libro in uscita a fine maggio inizio giugno…

Published by excathedra20

Insegnante di latino e italiano per una decina di anni in Italia, dal Duemilaundici in una scuola superiore negli Stati Uniti.

2 thoughts on “Cautionary tale

  1. Agricola, hiemali die domo egressus, anguem in via reperit frigore paene exstinctum…
    I Suoi racconti sono spesso un piccolo bagno di giovinezza: l’unica amara conclusione è che la bellezza del latino forse la si apprezza con pienezza solo alla mia non più verde età. Mille auguri, Mr D.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: